icon-brochure

Foodies Moments: Chef Michelangelo Mammoliti

14 ottobre sabato
Ore 11:00
Cortile della Maddalena
Ristorante La Madernassa

Località Lora, 2
12050 Guarene (CN)
info@lamadernassa.it - www.lamadernassa.it 
Tel: +39 0173611716 - +39 3351430810

IN ABBINAMENTO ALLO SHOW COOKING

VERRA' OFFERTO UN CALICE DI ALTA LANGA DOCG
OFFICIAL SPARKLING WINE 87^ FIERA INTERNAZIONALE DEL TARTUFO BIANCO D'ALBA

Acquista il tuo biglietto
Condividi la pagina su Facebook Condividi la pagina su Twitter

Michelangelo Mammoliti nasce nella vicina Giaveno e a Guarene, alle porte di Alba, dirige la cucina del Ristorante La Madernassa, nel luogo esatto dove le Langhe baciano il Roero. In cima alle sue esperienze Gualtiero Marchesi, prima a L'Albereta, il suo ristorante di Erbusco, in Franciacorta, poi nel ricercato Marchesino. E’ però l’incontro con Stefano Baiocco, due stelle Michelin dal 2014 a cambiare la vita di Michelangelo. Stefano e la sua Villa Feltrinelli a Gargnano immersa nelle erbe aromatiche, nei germogli e in ogni tipo di fiore commestibili. Poi un giovanissimo Michelangelo inizia la sua peregrinazione in terra francese, che durerà oltre cinque anni, alla corte dei migliori chef che il panorama mondiale possa annoverare: Alain Ducasse (riuscito nell’impresa di gestire contemporaneamente tre ristoranti 3 stelle Michelin in tre diversi paesi, lui che nella sua carriera ne ha ricevute complessivamente 21 di Stelle Michelin), Pierre Gagnier (tre stelle Michelin, ndr) e Yannick Alléno, lo chef tristellato del Pavillon Ledoyen di Parigi. E’ alla loro corte che Michelangelo forgia la sua filosofia, ponendo le basi per quello che oggi è il suo modo di fare cucina e che non può fare a meno di tre parole chiave: esigenza, eccellenza e rigore. Il suo percorso prosegue tra i fornelli di Marc Meneau (tre stelle nella Guida Michelin 1984-1999 e dal 2004 al 2007) a Saint Père sous Vezelay e sarà proprio lui a trasmette la più profonda passione per la cucina che oggi Michelangelo prova a riversare in ogni suo piatto, al solo fine di soddisfare le aspettative degli ospiti.

LA CUCINA

Michelangelo Mammoliti prova ad esaltare i colori del suo territorio: l’amato Roero, quel Monviso che sembra essere ad un palmo dal naso, le Langhe che tutto il mondo ci invidiano. Tutto questo lui, prova a sublimarlo in un boccone ma solo dopo aver scelto i migliori prodotti nobili ai quali è impossibile non affiancare scelte semplici, alle volte inusuali, come le radici dimenticate, i fiori, i germogli o le erbe selvatiche. Ha lanciato così una sfida, in primis a se stesso, decidendo che è arrivato il momento di provare a far comprendere come la terra sia capace di offrirci tutto ciò di cui una buona cucina ha bisogno: “La Natura dona la vita e noi artigiani della cucina, non possiamo far altro che riconoscerne la bellezza e ringraziare in qualche modo per la fortuna ricevuta. Come? Offrendo a tutti coloro che decideranno di varcare la soglia del mio ristorante, nuove emozioni”.

LA BRIGATA

Il risultato delle esperienze di Michelangelo è una cucina che segue, giorno dopo giorno, quello che la natura decide di offrire, nel rispetto massimo delle materie prime. E’ un continuo mettersi in gioco, è uno scambio di idee in una brigata che cresce, assieme ad un gusto che vuole essere equilibrato, ricercato e creativo. Siamo difronte ad una squadra che lavora per un fine comune, dove qualcuno sarà sempre pronto al sorgere del sole ad andare nell’orto, qualcuno altro a sfornare il pane, a definire i dolci, a fare l’elenco della spesa per l’indomani. La brigata è lo stile di vita dello chef, un abito che si sceglie di indossare, il modus operandi che traccia il dna dei piatti che saranno poi serviti in tavola. Il segreto per il successo. L’anima di un ristorante.

Foodies Moments Chef Michelangelo Mammoliti
Sabato 14 Ottobre, ore 11.00

Presso SALA BEPPE FENOGLIO:
accesso dal Mercato Mondiale del Tartufo Bianco d’Alba
Cortile della Maddalena, Via Vittorio Emanuele, 19 

 

Galleria immagini

Partner

Con il patrocinio di:
iscriviti alla newsletter