19:30
Teatro sociale G. Busca
Acquista Biglietto
Chef Philippe Léveillé** – Teatro Sociale “G.Busca” di Alba

Un’occasione unica per apprezzare la ricchezza enogastronomica del nostro territorio e del suo prodotto più raro e prezioso: il Tartufo Bianco d’Alba, ma anche lo straordinario patrimonio culturale di Alba, città dalle origini preromane ricca di reperti archeologici e testimonianze del suo glorioso passato e conosciuta nel mondo per i suoi prodotti di eccellenza e dall’ottobre 2017 nominata dall’UNESCO Città Creativa della Gastronomia.

LO CHEF PHILIPPE LÉVEILLÉ’**

È un’ambasciata della grande cuisine in Italia il Miramonti l’Altro, ristorante di chi pensa che la dieta è rimandata al domani, il burro è una roba bretone e lo coscette di rana beh, c’est mon cocorico! Bando ai sifoni quindi, e niente complessi; nel piatto va in scena l’orgoglio di un grande chef neoclassico, applicato anche alle emozioni delle specialità bresciane. Di che commuovere il più incallito avanguardista! Nato a Nantes nel 1963, Philippe ha frequentato l’alberghiero di Saomure prima di avviare una girandola di peregrinazioni in giro per il mondo, spezzate solo dal servizio umanitario nazionale prestato in Somalia, Etiopia e Yemen per la croce rossa nel biennio 1981- 82. Dall’esordio parigino presso l’Hotel Winsor Clovis, lo hanno portato all’Hotel Helton Kennedy di New York, al ristorante Boucairre Meridiane in Martinica, fino al Vis Palace Grand Corniche a Montecarlo. Il cuoco volante non pensa certo di poggiare la toque quando il vento lo spinge alle Maschere di Iseo, dal 1987 al 1991. Dopo un anno all’antico ristorante Ponte di Briolo, invece, il 25 ottobre 1992 approda al Miramonti di Caino presso la famiglia Piscini, che nel 1994 seguirà nella nuova e definitiva stazione del Miramonti l’altro: fine corsa a Concesio. Qui la grande tecnica di Philippe, che padroneggia l’accademia, si incontra umilmente con il savoir-faire insuperabile di Mary Piscini, che gli trasmette i segreti di piatti cult come il risotto ai funghi e formaggio dolce di montagna, prima di lasciargli definitivamente i fornelli. Philippe, che si dichiara italiano (ma forse capisce bene l’opulenza bresciana proprio perché bretone, insinua Paolo Marchi), non perde occasione per omaggiarla, rivendicando un maggiore riconoscimento per il ruolo delle donne ai fornelli. Due stelle Michelin dal 2001, con il suo ristorante italiano “Miramonti l’altro”, definito dalle più influenti riviste di settore, tra le quali “Grande Cucina”, come uno degli chef più rappresentativi del panorama italiano.  Conosciuto come lo chef bretone che riesce a coniugare al meglio le tecniche della cucina francese con i piatti della tradizione italiana. Nel 2012 sbarca ad Hong Kong con il ristorante “L’altro” al quale da consulenza fino ad aprile 2017. Nel 2014 è invitato come chef ospite ad una puntata di masterchef 3. Nello stesso anno conduce insieme allo chef Oldani e Rossella Brescia The Chef 2. Nel 2015 partecipa all’avventura di Pechino Express insieme al suo amico Ciccio Sultano nella coppia degli stellati. Sempre nel 2015  scrive il suo primo libro “La mia vita al burro”, l’avventurosa biografia di un cuoco bretone che cucina italianop a brescia e a honk kong. E ha un ingrediente dell’anima che lo accompagna sin dall’infanzia, il burro. Nel 2016 inizia una collaborazione con il mensile “dentro Casa”. L’11 settembre 2017 parte sul canale 33 del digitale la nuova trasmissione chopped che lo vede protagonista al fianco di Rosanna Marziale, Misha e Gianmarco Tognazzi. Nel 2018 conduce come Chef giudice “Il ristorante degli Chef” su Rai 2 in compagnia di Andrea Berton e Isabella Potì.

Miramonti L’Altro, Concesio (Brescia)
** Stella Michelin

Il Tartufo Bianco d’Alba è incluso.
I tavoli sono conviviali.
Il menù è studiato appositamente per l’evento.
Non sono previste variazioni, tuttavia vi invitiamo a comunicare eventuali allergie o particolari regimi alimentari scrivendo alla mail info@fieradeltartufo.org prima di procedere con l’acquisto dei biglietti, per garantire di poter rispondere alle vostre esigenze.


LA VISITA GUIDATA DEL TEATRO SOCIALE “G. BUSCA” DI ALBA

Il Teatro Sociale è uno degli edifici culturali più belli e più ricchi di storia della città di Alba.
È noto e unico in tutta Europa per la “doppia” struttura, costituita da una sala storica ottocentesca a “ferro di cavallo”, una sala moderna con platea e galleria e un palcoscenico collocato proprio nel mezzo.

Ore 19.30: Visita guidata
Ore 20.30: Cena

location
Teatro sociale G. Busca

Piazza Vittorio Veneto, 3
12051 Alba CN

Teatro sociale G. Busca

Il teatro Sociale "Giorgio Busca" di Alba è una delle strutture culturali più belle e ricche di storia della città di Alba. Nei suoi locali, ogni anno, viene organizzata una stagione teatrale di alto livello con concerti, presentazioni, incontri e convegni. La doppia struttura, che prevede una sala storica ottocentesca a ferro di cavallo, una sala moderna con platea e galleria e un palcoscenico collocato proprio nel mezzo, fa del Sociale una costruzione unica in Europa.

Evento in collaborazione con: