18:00
Sala Beppe Fenoglio
Acquista Biglietto
Chef Raffaele Lenzi – Ristorante Al Lago

Nato a Napoli nel 1984, Raffaele Lenzi è l’Executive Chef del ristorante Al Lago. Il suo approdo nel mondo della gastronomia è quantomai precoce; a 14 anni è già tra i banchi di pasticceria, a studiare, a incuriosirsi, a gettare le basi di un futuro che sembra già scritto.

Dopo gli studi all’alberghiero, a 18 anni decide di abbracciare il mestiere di cuoco a tutto tondo, mette da parte le due passioni che lo avevano accompagnato fino ad allora – quella decennale del calcio e quella del teatro – per dedicarsi esclusivamente alla sua vocazione: la cucina. È su questa scia che decide di preparare le valigie e di partire per l’estero, direzione Inghilterra, dove rimane per ventiquattro mesi e dove arriva a ricoprire il ruolo di capo partita in un ristorante londinese della catena Azeta; per poi spostarsi negli Stati Uniti, per un altro anno, dove non solo affina la tecnica, ma anche l’uso della lingua inglese, che in futuro sarà fondamentale per ricoprire ruoli di rilievo in ambito manageriale. Nel 2008 si apre il primo importante capitolo della sua carriera culinaria, quando torna in Italia alla corte di Bruno Barbieri, come capo partita del ristorante 2 Stelle Michelin Arquade all’Hotel Villa del Quar. Dopo la stagione veronese, ricopre lo stesso ruolo a Milano, al Bulgari Hotel and Resorts by Ritz Carlton, dove le firma è quella dello chef Elio Sironi. Nel 2010 si sposta nel sud Italia, dallo chef Pino La Marra a Palazzo Sasso, in provincia di Salerno. Qui, da capo partita, scala le gerarchie fino a diventare junior sous chef, in un ristorante d’albergo, dove la cucina di territorio con un twist francese, vale le 2 Stelle Michelin. Nell’anno successivo Raffale raggiunge uno dei luoghi che più gli lascerà un’eredità nella sua memoria gastronomica e segnerà un solco profondo e importante nell’imprinting attuale. Siamo al Grand Hotel a Villa Feltrinelli, 2 Stelle Michelin. Qui, ha l’opportunità di accrescere le proprie conoscenze del mondo vegetale, grazie ad uno dei più importanti esponenti sul tema: lo chef Stefano Baiocco.
Raffaele è da sempre una persona molto competitiva, che chiede tanto a sé stessa. Si spiega così la scelta di tornare nella capitale lombarda, dove dal 2011 al 2013 cura l’apertura dell’Armani Hotels & Resorts Milano come executive sous chef. Una sfida importante, che gli dà quella consapevolezza di essere ormai pronto per confrontarsi con cucine tre Stelle Michelin, come il Bo Innovation a Hong Kong e Manresa a Los Gatos, in California. Dopo questa parentesi, viene finalmente il momento di mettersi alla prova come executive. E per farlo sceglie di tornare in Italia, e più precisamente al ristorante Turbigo sui Navigli, per quella che sarà l’ultima esperienza prima dell’incontro con la famiglia Contreras, che darà il via alla sua più importante collaborazione.
Da luglio 2016 sposa il progetto del Sereno Hotels di proprietà della famiglia Contreras, che ha all’attivo due alberghi: il primo a Torno sul Lago di Como e il secondo a Saint-Barthélemy, nell’isola caraibica di lingua francese anche conosciuta come Saint Barts. Il Lago di Como diventa immediatamente la sua seconda casa: qui ha l’opportunità di tornare a praticare lo sport che lo ha accompagnato dall’infanzia e che fa parte del suo DNA. Pesistica, yoga, ciclismo e, nel breve futuro, anche il triathlon. Il detto “mens sana in corpore sano”, sembra cucito precisamente su di lui.
“Nel 2017 al ristorante è stata assegnata la Stella Michelin: una sensazione incredibile, ancor più per il fatto che fin dall’inizio ho avuto carta bianca dalla proprietà e di conseguenza ho potuto esprimere la mia filosofia in totale autonomia. Il giorno che salii sul palco e mi diedero la giacca con la Stella, cucita all’altezza del cuore, lo ricorderò per tutta la vita”.
Dal 2019 Raffaele si occupa anche dell’albergo caraibico della famiglia Contreras, curando l’intera proposta come Corporate Chef.


Ristorante Al Lago, Torno
* Stella Michelin

Non è possibile effettuare variazioni in caso di allergie, intolleranze e regimi alimentari particolari. Non è compresa la lamellata di Tartufo Bianco d’Alba, che seguirà la quotazione giornaliera del Borsino del Tartufo.

location
Sala Beppe Fenoglio

Cortile della Maddalena
12051 Alba (CN)

Sala Beppe Fenoglio

La Sala è dedicata allo scrittore albese Beppe Fenoglio (1922 - 1963), autore tra gli altri de Il Partigiano Johnny, Una questione privata, Primavera di bellezza. Nello splendido complesso monumentale del cortile della Maddalena, centro della vita culturale albese, due grandi opere di Gallizio si fronteggiano sulle pareti della sala conferenze dedicata a Beppe Fenoglio, allestita durante la Fiera del Tartufo per ospitare i Cooking Show.

Evento in collaborazione con: